Le minacce al Magistrato Lucia Aielli: gli studenti di Latina accendono il fuoco della passione contro la criminalità.

281120141b

Non solo le istituzioni, ma soprattutto la giovane società civile vicino alla Dr.ssa Lucia Aielli, Presidente di Sezione del Tribunale Penale di Latina, a manifestare solidarietà per le gravi minacce che le sono state rivolte dalla malavita organizzata, che lei ha giudicato in molti processi. Da ultimo le epigrafi mortuarie che ne annunciavano le presunte esequie per il 28 novembre … Continua a leggere

Newsletter n. 191 del 27-11-2014

Il 28 novembre 2014 grande manifestazione pubblica a sostegno del Magistrato Lucia Aielli.

lucia-aielli-0

Domani tutti in piazza per manifestare solidarietà al Magistrato Dr.ssa Lucia Aielli, nuovamente oggetto di vili minacce di morte. Minacce che sono un insulto ignobile a Lei ed alla sua Famiglia, protagonista da generazioni della vita della città, ma che nel contempo sono una ferita per Latina stessa, che rifiuta di sottomettersi al malaffare strisciante, nient’altro che un corpo marcio … Continua a leggere

Decreto Legge 24-6-2014 n. 90 “Misure urgenti per la semplificazione e la trasparenza amministrativa e per l’efficienza degli uffici giudiziari” con le modificazioni introdotte dalla Legge di conversione 11-8-2014 n. 114 [in Gazzetta Ufficiale 18-8-2014, n. 190 S.O.].

[Estratto delle sole norme riguardanti il processo telematico - testo aggiornato al 26-11-2014] Titolo IV Misure per lo snellimento del processo amministrativo e l’attuazione del processo civile telematico Capo I Processo amministrativo Art. 38  (Processo amministrativo digitale) 1.  Il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri di cui all’articolo 13 dell’Allegato 2 al decreto legislativo 2 luglio 2010, n. 104, … Continua a leggere

Ipse dixit: il Magistrato Nicola Gratteri ha la ricetta per contenere i costi della giustizia, “Con la mia riforma subito risparmi per 70 milioni di euro”

“Non abbassare il livello di garanzia dell’indagato o dell’imputato. Informatizzare e abbattere i costi del processo anche attraverso l’introduzione della videoconferenza, chiusura della Dia (Direzione investigativa antimafia) e dei tribunali inutili e abolizione del Dap (Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria)”. Questa la ricetta che Nicola Gratteri, procuratore aggiunto a Reggio Calabria, nonché presidente della commissione voluta dal premier Renzi per combattere la criminalità organizzata, ha fornito durante il dibattito organizzato da Paolo Flores d’Arcais (direttore di MicoMega) dal … Continua a leggere